QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Chiazza nel Lago di Garda, la colpa è del depuratore

venerdì, 2 agosto 2013

Riva del Garda- Le analisi non sembrano lasciar dubbi: la chiazza gialla emersa lo scorso 23 luglio in località Rio Brasa è stata causata dal depuratore di Tremosine. Questo quanto emerso dai rilievi della squadra nautica Riva del Garda della questura di Trento. Il depuratore a seguito di una frana funziona sono per il paese di Limone.riva-del-garda-foto-aeree-008

Ora la palla passa al pm Antonio Chippani, stabilire danni, responsabilità, ripristino in seguito della frana. Nel frattempo la polemica monta: il direttore generale dell’azienda Garda Uno, ente gestore delle acque lacustri, Franco Richetti punta il dito verso l’impianto di depurazione realizzato in località Largo dei Minatori. La questione è delicata: probabilmente per risolvere il problema sarà necessario un intervento forte sul territorio con ripercussioni sul turismo e altre polemiche annesse.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136