Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Cerimonia di saluto e ringraziamento della Giunta Rossi al Prefetto Squarcina

venerdì, 5 febbraio 2016

Trento – Il saluto dell’esecutivo provinciale e il ”grazie” della Giunta al prefetto Squarcina, che dal 1 febbraio è in pensione.

“Un sentito grazie per il prezioso lavoro svolto in Trentino e anche per le modalità con cui ha interpretato la sua missione, per la competenza, la disponibilità e la grande collaborazione offerta alle istituzioni locali. L’aquila di San Venceslao è un riconoscimento che va agli amici del Trentino e a chi si distingue particolarmente anche nel tenere alto il valore dell’autonomia”: con queste parole il Governatore Ugo Rossi si è rivolto questa mattina al dottor Francesco Squarcina, fino a pochi giorni fa, prima di andare in pensione, Commissario del Governo per la Provincia di Trento.

Squarcina e Provincia Trento

L’incontro tra il Prefetto Squarcina e la Giunta provinciale e avvenuto a margine dei lavori settimanali dell’esecutivo. Al dottor Squarcina è stato consegnato il distintivo raffigurante l’Aquila di San Venceslao. “Mi è ben noto il suo significato – ha detto il prefetto – e ricevere questo riconoscimento mi inorgoglisce”.

Quella tra la Provincia autonoma di Trento e il Commissario del Governo, ha sottolineato il Governatore Rossi, è stata una collaborazione positiva e proficua che ha offerto ai cittadini la dimostrazione di come le istituzioni possano cooperare anche attraverso rapporti umani sinceri. “Il prefetto Squarcina – ha detto il presidente Rossi – ha assicurato ai suoi interlocutori istituzionali grandi qualità professionali e umane e ha offerto ai nostri concittadini l’immagine di una pubblica amministrazione presente ed efficace. Di questo, a nome del Trentino e interpretando anche il pensiero dei colleghi della Giunta, lo ringrazio”.

Il prefetto Squarcina ha ricordato come le sue origini bellunesi e le precedenti esperienze lavorative in Friuli Venezia Giulia lo abbiano aiutato a conoscere e comprendere da subito le esigenze di un territorio come il Trentino, dotato di una speciale autonomia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136