QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Celebrazioni ad Ala per il centenario della Grande Guerra: mercoledì in stazione la partenza dei soldati

lunedì, 4 agosto 2014

Ala – Per i cittadini del Comune di Ala è cominciata domenica 27 luglio la celebrazione dei 100 anni dallo scoppio della Grande Guerra, non solo attraverso la formula istituzionale della deposizione di fiori ai monumenti dei Caduti e con la preghiera per i Caduti durante le messe solenni, ma anche con approfondimenti, proiezioni di immagini d’epoca e lo spettacolo teatrale-musicale Vino Amaro, che ha visto una notevole partecipazione nella Chiesa di Ronchi.ala grande guerra

Mercoledì 6 agosto alle 20:30 presso il piazzale della stazione di Ala, nell’ambito delle iniziative Trentino Grande Guerra, si svolgerà la rievocazione storica dei momenti di mobilitazione generale e delle prime partenze dei soldati per il fronte nell’agosto 1914.

Lo spettacolo Partire… e per dove? – Viaggio teatrale all’alba della Grande Guerra, in scena anche a Trento e Borgo Valsugana, farà riferimento alle cronache dei quotidiani dell’epoca, alle testimonianze dei soldati e delle loro famiglie, espresse attraverso i diari e le lettere, e soprattutto alcune pagine letterarie che raccontano il clima dei mesi immediatamente precedenti lo scoppio della guerra. La regia dello spettacolo è curata da Antonio Salines, in scena accanto a Gabriele Penner e Giuliana Germani.

Al loro fianco, anche lo storico Quinto Antonelli, che inquadrerà il contesto storico e commenterà quelle terribili giornate. «Partire… e per dove? – ha anticipato il regista Antonio Salines – sarà un affresco tragico realizzato attraverso un ritorno alle origini del teatro e al dramma sacro. L’obiettivo, infatti, è portare sulla scena l’emotività del racconto». L’accompagnamento musicale, con brani d’epoca di stile viennese, è affidato al Quartetto Iris. Le scene e i costumi sono di Chiara Defant.

Le iniziative proseguono con il ricordo degli anniversari di importanti episodi successivi fino al 2018. Una occasione successiva si presenterà sabato 13 settembre con il percorso storico-musicale ideato dal Coro Città di Ala che alternerà le proprie voci a brevi letture e proiezioni di fotografie d’epoca per condurre il pubblico attraverso i temi della separazione, della vita in trincea, degli affetti e della speranza intrecciando i canti popolari alpini alle canzoni d’autore più elaborate e ricercate armonicamente, creando un’atmosfera densa di significati e di memoria.ala grande guerra

A coordinare le iniziative sono l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ala e il Comitato Iniziative Centenario Grande Guerra – un gruppo aperto, recentemente costituito dalle più significative associazioni locali, allo scopo di raccogliere proposte culturali e collaborare alla promozione e informazione diffusa delle attività ispirate alla commemorazione dell’evento bellico. Sottolineando il fondamentale contributo dei volontari, l’assessore alla Cultura del Comune di Ala, Paolo Mondini, precisa: «Nella consapevolezza che gli eventi storici, non esclusi quelli riferiti alla Grande Guerra, sono e sono stati soggetti a letture e interpretazioni diverse nello scorrere del tempo, il Comitato ritiene imprescindibile che iniziative e celebrazioni, utili a ricordare la guerra e a far memoria dell’immane tragedia che ha segnato profondamente anche il nostro territorio, siano animate oggi da uno Spirito di pace e finalizzate a celebrare i Valori della pace».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136