QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Caso Minzolini, il M5S trentino va all’attacco: “disattesa la legge Severino”

giovedì, 16 marzo 2017

Roma –  Il Movimento % Stelle all’attacco dopo il voto sul senatore Minzolini. “In Senato – sostiene Riccardo Fraccaro, deputato del M5S – PD trentino, PATT, SVP e UPT hanno dato una mano a salvare dalla decadenza il senatore forzista Augusto Minzolini, Riccardo fraccaro 1condannato in via definitiva a 2 anni e 6 mesi di carcere per peculato continuato. Per la legge Severino doveva decadere immediatamente dalla carica di senatore, ma oggi in Senato, anche grazie al voto favorevole dei senatori Giorgio Tonini (PD), Franco Panizza (PATT), Hans Berger (SVP) e all’astensione del senatore Vittorio Fravezzi (UPT), un vergognoso escamotage parlamentare ha permesso a Minzolini di tenersi strette la poltrona e la pensione. In un colpo solo sono andati contro la legge Severino e contro la relazione della Giunta delle elezioni e delle immunità del Senato, che a luglio scorso aveva dato parere favorevole alla decadenza di Minzolini da senatore, e hanno disatteso le sentenze di condanna dei giudici che prevedevano anche l’interdizione di Minzolini da qualsiasi carica pubblica. È chiaro che si sentono sempre e comunque al di sopra della legge e dei cittadini e i rappresentanti trentini in Parlamento non sono da meno, sostengono sfacciatamente questo ignobile scambio di favori: questo è il garantismo del PD, questo è il garantismo di Renzi”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136