Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Capo di Ponte, il sindaco Manella cofondatore di Italiaincomune

martedì, 19 marzo 2019

Capo di Ponte – Il sindaco di Capo di Ponte (Brescia), Francesco Manella, è il cofondatore di Italiaincomune. La presentazione delle nuove sezioni si terrà venerdì 22 marzo – ore 18.30 – al Palazzo delle Professioni di viale Oberdan a Brescia.

Dopo la nascita ad aprile 2018 di “Italiaincomune”, a dicembre sono stati attivati come programmato i cantieri politici che prendono forma nelle nuove sezioni territoriali. Perché del territorio Italia in Comune sta facendo la sua forza. In soli tre mesi sono nate in Lombardia le nuove sezioni di Brescia Valle Camonica, Cremona, Varese, Magenta e Peschiera Borromeo, che si aggiungono a quelle già operative, presentate a dicembre, di Milano, Bergamo e Pavia.

Il partito, guidato dal sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, che ha fatto dell’impegno civico la sua bandiera e si è sempre contraddistinto per la concretezza delle proposte che formano il suo programma, si dimostra capace di parlare alle persone.
Proprio Pizzarotti e il coordinatore nazionale del partito, Alessio Pascucci, presenteranno Italia in Comune e le sue nuove sezioni territoriali, venerdì 22 marzo alle 18.30, nel Palazzo delle Professioni in viale Oberdan a Brescia.
Saranno presenti i referenti regionali per la Lombardia, Simonetta Fiaccadori e Francesco Manella. Grazie al loro lavoro, Italia in Comune si sta confrontando anche con la possibilità di presentarsi ai prossimi appuntamenti elettorali locali.

manellaIn vista delle elezioni europee, Italiaincomune è invece al lavoro con particolare attenzione alle tematiche ambientali, che sono parte cruciale del suo programma e della sua Carta fondativa.

La sostenibilità, legata allo sviluppo ed alla ricerca, deve diventare il motore di un nuovo modello economico e sociale, che rilanci il Paese, specie dopo il recente allarme rosso sul clima lanciato dall’Onu, cui hanno fatto eco il monito del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e le manifestazioni in tutta Europa. Siamo in un momento cruciale di cambiamento ed Italia in Comune può fare la differenza.

“Italia in Comune si propone come punto di riferimento per tutti quei cittadini che vogliono tornare ad occuparsi di politica ed intendono riprendere nelle loro mani il Bene Comune”, Francesco Manella – sindaco di Capo di Ponte (Brescia).

“Vogliamo riattivare le competenze dei territori, valorizzandole al servizio della città. Non solo le competenze amministrative, anche le competenze tecniche e le esperienze di impegno di tutti i cittadini. Le persone sono le risorse per il cambiamento. Di questo c’è bisogno! Per questo stiamo lavorando”Simonetta Fiaccadori – consigliere di Alzano Lombardo (Bergamo).



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136