QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Calavino, inaugurata la Materna. Il Governatore Rossi: “Una scuola a misura di bambino”

lunedì, 26 ottobre 2015

Calavino – Inaugurata la scuola materna, con protagonisti i bambini. I primi fruitori della struttura hanno partecipato alla cerimonia con il taglio del nastro della nuova scuola materna di Calavino di cui sono da poco terminati i lavori di ammodernamento e ristrutturazione. Infatti da settembre i bambini della scuola materna, dopo un anno circa di sfratto obbligato, hanno iniziato l’anno scolastico 2015/2016 nel nuovo asilo, uscito fiammante dalla completa ristrutturazione edilizia dell’immobile, che è costata alle casse pubbliche quasi un milione di euro. Nonostante sia calato iscuola materna Calavino 20l numero delle nascite, facendo di conseguenza funzionare una sola sezione, l’edificio è stato ancora strutturato per due sezioni, cercando di migliorare la distribuzione degli spazi didattici e di servizio.

Ieri in un clima di festa per il paese che ha organizzato per l’occasione una partecipata cerimonia alla quale hanno preso parte, accanto alla direttrice e insegnanti della scuola, al sindaco Oreste Pisoni, agli amministratori della zona, anche il governatore del Trentino, Ugo Rossi. “Investiamo nella strutture, ma non solo in queste – ha detto Rossi – perché continuino ad assicurare qualità al nostro sistema scolastico che deve saper offrire il meglio a quelli che mi piace considerare gli ‘azionisti di maggioranza’ della nostra società: i nostri ragazzi”.

Grande attenzione alla qualità progettuale, all’uso dei materiali, alla sobrietà ma anche all’essenzialità nel presidio scolastico rinnovato che, hanno spiegato i progettisti, è stato pensato ‘a misura di bambino’ per garantire serenità ed armonia tanto negli spazi interni quanto in quelli esterni. Con un pensiero naturalmente anche a chi lavora in questi ambienti.

E proprio ai professionisti della scuola, non solo quella di Calavino ma di tutte le scuole della provincia, sono andati i ringraziamenti di Ugo Rossi che ha ricordato come gli alti livelli che il sistema trentino sa esprimere sono dovuti certo agli investimenti importanti fatti, agli strumenti che si mettono a disposizione, ma anche perché “ci sono
persone che sanno metterci qualcosa di più nell’interpretare il loro ruolo e nell’essere in presa diretta con le nostre comunità”.

La società è cambiata e cambia sempre più in fretta, ha aggiunto Rossi: “Le scuole dell’infanzia hanno un compito delicatissimo, quello di essere costante interfaccia con le comunità che stanno cambiando e di farlo nel segno di una qualità che non è mai venuta meno. So che questo impegno è molto vivo nelle nostre maestre e le voglio ringraziare per questo rinnovando anche il nostro impegno che è quello di continuare ad investire nella scuola, non solo nelle ristrutturazioni ma anche per fornire ai nostri ragazzi tutti gli strumenti che permettano loro di essere protagonisti del loro destino”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136