QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Breno, il sindaco Farisoglio bacchetta la minoranza: “Fate proposte concrete”

giovedì, 26 novembre 2015

Breno – Il sindaco di Breno (Brescia), Sandro Farisoglio chiede chiarezza e collaborazione all’opposizione. “Chiedo chiarezza politica per Breno, per rispetto dell’Amministrazione comunale che governa il paese e per i cittadini stessi”. È la richiesta perentoria del sindaco brenese Sandro Farisoglio, che da qualche tempo a questa parte ha l’impressione di “aver perso” una componente fondamentale di un’Amministrazione, ovvero la minoranza, che ha il compito di vigilare sull’operato della maggioranza.Comune Breno 1

Dopo la fuoriuscita dal gruppo di opposizione del consigliere Luca Salvetti, che ha formato il gruppo a sé state della Lega Nord, i tre consiglieri di “Brenesi per Breno” non hanno più provveduto a nominare un capogruppo: per questo la macchina amministrativa è come se fosse monca, con la conferenza dei capigruppo che viene convocata senza la presenza di una delle due minoranze. “Ho invitato più volte i tre di opposizione a nominare il loro rappresentante – dichiara Farisoglio –, la prima volta a fine estate e poi anche nell’ultimo Consiglio comunale di ottobre, ma sono passate altre settimane invano. E così, anche nel Consiglio di giovedì sera non ci sarà il loro capogruppo e non ho potuto invitarli alla conferenza dei capigruppo pre-Consiglio.img_750_sindaco_farisoglio

Chiedo loro ancora una volta di darci un nome per le comunicazioni ufficiali e per rispetto del Consiglio e dei cittadini: sono passati tanti mesi, è tempo di ripristinare la figura”.

Ma la chiarezza che chiede il primo cittadino non si limita solo alla nomina dei rappresentanti dell’opposizione negli organismi di governo. Nell’ultimo Consiglio comunale il consigliere Luca Salvetti ha presentato una lettera, firmata da alcuni componenti della lista “Brenesi per Breno”, che ha partecipato alle scorse elezioni perdendo contro la compagine di Farisoglio. I firmatari informano Amministrazione e popolazione di voler prendere le distanze dai consiglieri eletti in minoranza e di non sentirsi più rappresentati da qualsiasi iniziativa da loro intrapresa, chiedendo di prendere atto del loro volere, che costituisce la maggioranza della lista, e di provvedere a cambiare quindi il nome del gruppo e il logo. Anche su questa presa di posizione forte, il gruppo di opposizione a tre – formato da Moreno Facchini, Gianpiero Pezzucchi e Glisente Moscardi – non ha ancora fatto alcuna mossa né si è mai espresso ufficialmente.

“Breno ha bisogno di chiarezza e di rappresentanza – conclude Sandro Farisoglio – per questo mi appello al buon senso dell’opposizione e chiedo più collaborazione e senso dell’istituzione”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136