QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Borno, il grande piano della Società che gestisce gli impianti. Zendra: “Per il rilancio del Comprensorio”

venerdì, 9 settembre 2016

Borno – Un grande progetto per l’Altopiano del Sole, per lo sci, ma anche per un turismo in tutte le stagioni dell’anno. E’ questo il grande sogno di Borno, che abbina allo sci, il trekking e e le escursioni, oltre a un nuovo rifugio in quota. L’obiettivo di fine agosto, indicato dalla Società che gestisce gli impianti che prevedeva un prestito obbligazionario da 400mila euro è stato raggiunto. Nell’ultima assemblea pubblica, alla presenza del sindaco Vera Magnolini, dell’amministratore delegato della società, Demis Zendra, di esperti, cittadini e turisti che frequentano Borno e l’Altopiano sono stati indicati gli obiettivi, per una stagione invernale che prenderà avvio con il ponte dell’Immacolata (Nella foto il rendering di un intervento).

borno-rendering-1

“Il nostro piano – sostiene Demis Zendra – è importante: puntiamo su diversi interventi, con lo scopo di rilanciare il Comprensorio, che è da sempre apprezzato da camuni, bresciani e turisti provenienti da ogni angolo d’Italia”. I passi definiti dalla società che gestisce gli impianti di risalita (il Consiglio di Amministrazione della Società “Borno Spa”, è presieduto da Matteo Rivadossi, amministratore delegato Demis Zendra, consiglieri Gianni Mazzone e Giovanni Masu) sono ben definiti: aumento del capitale sociale da 200 mila euro e prestito obbligazionario da 600 mila per supportare i soldi stanziati da Regione Lombardia.

Il nuovo progetto per la ski area di Borno prevede il riposizionamento dello skilift Pagherola, realizzazione campo scuola in località Play,  ristrutturazione rifugio Monte Altissimo secondo un progetto di completo rinnovo architettonico e funzionale, potenziamento dell’attuale impianto di innevamento.

 GLI INTERVENTI DEL 2016

La società che gestisce gli impianti ha programmato una serie di interventi, in particolare:

Seggiovia Ogne-Play, revisione speciale del 10°anno dellacon  sostituzione dei rulli in gomma di due sostegni, per un totale di 40 rulli. Inoltre: revisione integrale delle rulliere di 4 sostegni con tutti i controlli non distruttivi su perni, cuscinetti, ruote e tutte le componenti.

Seggiovia Play-Monte Altissimo, revisione generale del 15°anno con revisione integrale delle rulliere di 4 sostegni, eseguita la parte di competenza dell’anno 2015 della revisione generale, la cui totalità dei lavori era stata suddivisa in 4 anni. Resteranno da revisionare ancora una parte dei sostegni e la parte degli armadi elettrici.

Manutenzioni ordinarie: collaudi a carico e scarico di tutta la linea, radiografia della fune portante e traente, ingrassaggio della linea e della stazioni a monte e a valle.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136