Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Borno, i lavori per la nuova ciclopedonale

mercoledì, 28 ottobre 2020

Borno – A Borno partirà il 2 novembre il cantiere per la realizzazione del primo lotto di quello che diventerà il collegamento ciclopedonale tra il paese e la zona degli impianti di risalita.

borno2Attesa da tempo, l’area a lato della strada riservata a pedoni, bici e carrozzine cercherà di garantire sicurezza ai tanti che quotidianamente scelgono la passeggiata a nord del centro per immergersi nella natura. “E’ con grande soddisfazione che annunciamo la partenza di quest’opera – ha detto il primo cittadino Matteo Rivadossi -. Abbiamo lavorato tanto per predisporre il progetto che punta nel complesso a cambiare il volto della mobilità sostenibile bornese e come tutti non vediamo l’ora di vedere i risultati”.

Finanziato con 940mila euro, il primo lotto della ciclopedonale partirà dal nuovo ponte sulla valle della Camera e arriverà al piazzale di accesso agli impianti, con i lavori che (tempo e emergenza permettendo) dovrebbero chiudersi entro la prossima estate. “Sarà fruibile tutto il giorno e anche nelle ore serali poiché completamente illuminata. Questo consentirà all’area che ospita già diversi servizi, di continuare a svilupparsi”. L’obiettivo del comune è garantire l’accesso sicuro e a tutti all’area comunemente chiamata “della funivia”.

Un’area dalle grandi potenzialità – chiude Rivadossi – e lo ha dimostrato negli ultimi anni. L’apprezzamento di questa zona da parte di residenti e turisti è tutta lì da vedere. Per questo riteniamo il progetto strategico e moltiplicatore di nuovi interessi e progetti”. A questo seguirà un altro lotto, già sulla carta, che completerà il progetto: collegherà il centro del paese al ponte della val Camera e renderà completamente sostenibile e sicuro il tratto Borno-Ogne.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136