QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Bomba a Campo di Trens: ordigno disinnescato, riaperte strade e ferrovia

domenica, 21 febbraio 2016

Campo di Trens – La bomba di aereo americana residuato dalle seconda guerra mondiale rinvenuta a Campo di Trens, nella frazione di Pruno, è stata disinnescata questa mattina (21 febbraio). Le operazioni si sono concluse con largo anticipo dopo l’evacuazione di 120 persone e lo stop al traffico stradale, autostradale e ferroviario tra Vipiteno e Bressanone.BombeElzenbaum5-mac

Gli interventi hanno preso il via questa mattina alle ore 7, con l’insediamento della centrale operativa presso la caserma dei Vigili del fuoco volontari di Vipiteno. Sotto il coordinamento del Commissariato del Governo di Bolzano, hanno lavorato fianco a fianco Carabinieri, Polizia, Polizia stradale, Protezione civile, Vigili del fuoco, Servizio strade, Autobrennero e ovviamente Esercito. 25, infatti, gli artificieri del 2° Reggimento Genio guastatori alpini di Trento pronti a rendere innocuo l’ordigno risalente alla seconda guerra mondiale, con un diametro di 20 cm., una lunghezza di 80 cm. e un alto potenziale esplosivo.

BombeElzenbaum6-mac

Alle ore 7.30 si è provveduto ad evacuare i 120 abitanti che risiedono in un raggio di 700 metri dal luogo delle operazioni, e per i quali era stato approntato un centro di accoglienza che ha però dato ospitalità solamente a due persone. Per motivi precauzionali, inoltre, a 400 persone è stata tolta la corrente elettrica, mentre alle 8.30 è stato bloccato il traffico stradale e ferroviario. Statale, A22 e linea del Brennero sono state chiuse per consentire le operazioni di disinnesco in totale sicurezza.

“La scelta di effettuare l’intervento in una domenica – sottolinea il direttore dell’Agenzia per la protezione civile, Günther Walcher – è motivato dal fatto che lungo le arterie interessate non transitano molti mezzi pesanti, e che la stragrande maggioranza del traffico automobilistico non è legato a questioni di lavoro. Un modo, dunque, per ridurre al minimo i disagi di un’operazione che deve avvenire comunque alla luce del giorno”. Il disinnesco è avvenuto in largo anticipo rispetto al previsto, dato che alle ore 10.10 i due artificieri dell’Esercito hanno reso inoffensiva la bomba, che è stata quindi trasportata presso la ex-polveriera di Stilves dove è stata fatta brillare in completa sicurezza. Già alle ore 10.20, dunque, tutte le operazioni si sono concluse in maniera positiva, e sono state riaperte al traffico strade, autostrada e ferrovia.

BombeElzenbaum7-mac

Perfettamente funzionante anche la macchina comunicativa della Protezione civile provinciale: per la prima volta, oltre ai comunicati via radio diffusi dalla Centrale viabilità, è stato inviato un messaggio push su inizio e chiusura delle operazioni a tutti i 100mila utenti della app Meteo Alto Adige.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136