QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Bolzano: la 4^ commissione legislativa del Consiglio provinciale dà il via libera a 11 articoli della Omnibus

giovedì, 8 settembre 2016

Bolzano – La commissione dà il via libera a 11 articoli della omnibus. La commissione guidata da Schiefer ha approvato gli articoli di sua competenza del dlp 96/16, riguardanti mobilità, edilizia abitativa, dipendenze, sanità e sociale.

Riunita sotto la presidenza di Oswald Schiefer, la 4^ commissione legislativa del Consiglio provinciale ha esaminato oggi i 10 articoli di sua competenza nel disegno di legge omnibus 96/16, “Modifiche di leggi provinciali in materia di procedimento amministrativo, enti locali, cultura, beni archeologici, ordinamento degli uffici, personale, ambiente, utilizzazione delle acque pubbliche, agricoltura, foreste, protezione civile, usi civici, mobilità, edilizia abitativa, dipendenze, sanità, sociale, lavoro, patrimonio, finanze, fisco, economia e turismo”, presentato dal presidente della Provincia Arno Kompatscher.

edilizia abitativa - Bolzano

La commissione ha dato parere positivo con 4 voti favorevoli (pres. Schiefer e conss. Maria Hochgruber Kuenzer, Helmuth Renzler e Veronika Stirner), 2 contrari (conss. Walter Blaas e Andreas Pöder) e 1 astensione (cons. Riccardo Dello Sbarba). Andreas Pöder ha annunciato una relazione di minoranza.

Gli articoli trattati (dal 21 al 31) riguardano i settori mobilità, edilizia abitativa, dipendenze, sanità e sociale, e contengono per lo più modifiche a leggi vigenti: per esempio, si consente la formazione in medicina generale alla Claudiana e si innalza da 1 a 3 anni la durata dei contratti a termine per i medici senza attestato di bilinguismo, con la contemporanea offerta di corsi di seconda lingua; nell’ambito dell’edilizia abitativa viene riattivata una misura relativa alla quinta fascia di reddito, recentemente cancellata, ovvero il diritto all’assegnazione di aree di edilizia abitativa agevolata.

Come spiega il pres. Oswald Schiefer, la commissione ha portato anche alcune modifiche alla proposta originaria della Giunta provinciale, specificando per esempio che la competenza per la manutenzione delle fermate dei bus spetta, sì, ai Comuni, ma al di fuori degli abitati è assegnata all’ente che si occupa della manutenzione della strada su cui si trovano: in questo modo, è stata accolta una richiesta del Consiglio dei Comuni. È stata inoltre portata una modifica nell’ambito del trasporto dei bambini delle scuole dell’infanzia, che i Comuni possono attivare con il sostegno della provincia: saranno i genitori a dover garantire il servizio di accompagnamento.

Domani tocca alla 3^ commissione occuparsi dell’ultima parte del disegno di legge omnibus. Esso approderà in aula presumibilmente in ottobre.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136