QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Bilancio magro al Parco Adamello-Brenta: contributi pubblici ridotti nel 2014

giovedì, 12 dicembre 2013

Parco Adamello-Brenta – Tagli anche ai parchi. Il parco Adamello-Brenta avrà riduzione di contributi pubblici e provinciale nell’ordine del 20% nel 2014. La spending review non risparmia neppure gli enti sovracomunali e quelli a tutela dell’ambiente.  Il bilancio, illustrato dal presidente Antonio Caola, scende a 1.225.000  euro per le spese correnti e 1.624.000 euro per le spese destinate a investimenti.

Le iniziative del parco nel corso del 2013 saranno riproposte nel 2014 , in particolare l’accoglienza di scuole, gruppi e famiglie alle foresterie di Mavignola, di Valagola e alla Casa Natura di Villa Santi, che contano nel solo 2013 268 classi e più di 4 mila alunni. Poi le attività delle Apt e Pro loco, con la DolomeetCard proposta dall’Azienda di promozioqp1ne turistica di Madonna di Campiglio e Pinzolo, e le offerte di mobilità  con trasporto pubblico gestito in Val Genova, Val di Tovel, Vallesinella.

Secondo il presidente Antonio Caola “vanno incrementate le forme di autofinanziamento per sostenere le attività del Parco”. In quest’ottica va registrato il finanziamento europeo (fondi Fesr) per interventi  su sentieri naturalistici in località Nudole in Val Daone, miglioramento dei servizi in Val Genova, un Centro didattico faunistico di Spiazzo e la Casa del parco Geopark di Carisolo per 1 milione e 374 mila euro di spesa ammessa. Il Parco Adamello-Brenta continuerà ad avere una funzione importante sia in Trentino che in Lombardia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136