QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Barriere paramassi sulla statale 50 in località Forte Buso

martedì, 12 novembre 2013

Trento – Sono stati consegnati dal Servizio Opere stradali e ferroviarie della Provincia autonoma di Trento i lavori relativi al cottimo per la realizzazione di barriere paramassi sulla strada statale 50 del Grappa e del passo Rolle dal chilometro 105, in prossimità del lago di Paneveggio in località Forte Buso.

LE OPERE 

I lavori, che consistono nella realizzazione di reti metallicDSCN0446he su roccia e barriere paramassi, sono propedeutici alla realizzazione degli imbocchi della nuova galleria naturale i cui lavori sono attualmente in fase di appalto.

Le barriere paramassi previste hanno una capacità di contenimento da 2000 KJ all’imbocco lato Predazzo e da 5000 KJ nell’imbocco lato Passo Rolle. Inoltre è prevista la posa di reti metalliche su roccia nelle zone sovrastanti i nuovi imbocchi.

IMPRESA
La durata contrattuale dei lavori – affidati all’Impresa Dallapé Mauro S.n.c. di Pietramurata, per l’importo di 294.287 euro al netto del ribasso offerto del 27,127 % – è  di 60 giorni. Il cantiere è stato oggi e si concluderà il prossimo 11 gennaio. Il progettista dell’opera e direttore dei lavori è l’ingegner Paolo Nicolussi Paolaz del Servizio Opere Stradali e Ferroviarie della Provincia; il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione sarà curato dal geometra Ezio Fadanelli, mentre responsabile del procedimento è l’ingegner Luciano Martorano, dirigente del Servizio Opere Stradali e Ferroviarie.
A breve, compatibilmente con l’avanzamento della stagione invernale, seguirà la consegna degli altri due cottimi che riguarderanno le opere di predisposizione degli imbocchi della galleria. Seguirà nel corso del 2014 l’avvio dell’appalto principale (ora in fase di gara) riguardante la realizzazione della galleria naturale che consentirà di by-passare il punto della tratta con maggiore rischio di caduta massi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136