QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Assemblea periti industriali di Trento: relazione di Bendinelli e confronto sulla libera professione

giovedì, 27 aprile 2017

Trento - L’assemblea del Collegio dei periti industriali della provincia di Trento, in programma per venerdì 28 aprile alle 14, presso il Centro Congressi Interbrennero di via Innsbruck, a Trento, si svilupperà su due momenti cruciali: il primo (fino alle 16) si concentrerà sull’analisi dell’attività 2016 e l’approvazione dei bilanci: consuntivo 2016, preventivo 2017. La seconda parte, invece, con inizio alle 16 avrà come contenuto un convegno di approfondimento sulle Lauree professionalizzanti, il percorso che permetterà l’accesso all’Albo e quindi all’esercizio della libera professione dal titolo «Futuro Globale» declinato oltre che in italiano, anche in inglese «Global Future» e in tedesco «Globale Zukunft», con gli interventi del presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi e del rettore dell’Università di Trento, Paolo Collini. (Nella foto da sinistra, Lorenzo Bendinelli e Carlo Daldoss).periti industriali e l'assessore Daldoss

Il Collegio dei periti di Trento vuole proporre come priorità, per un futuro globale, laureati professionalizzati che conoscano le tre lingue. Il trilinguismo è già una realtà nella scuola trentina e quindi la proposta del Collegio di Trento, data la collocazione geografica del Trentino, è un completamento ed un innalzamento del livello di competenze.

Il presidente del Collegio dei periti industriali di Trento Lorenzo Bendinelli sottolinea: “Il futuro dei periti industriali iscritti all’Albo, come quello di tutte le professioni intellettuali si basa su innovazione, formazione ricerca e sviluppo. Noi crediamo molto in questo orientamento ed è per migliorare la nostra formazione ed innovare, che alla nostra assemblea di venerdì parleremo di trilinguismo nelle lauree professionalizzanti, per un futuro globale”.

Volete innalzare la soglia rispetto al resto del Paese?
“A seguito della legge 89 del 25.5.2016 che introduce la laurea come requisito obbligatorio per l’iscrizione all’Albo dei periti industriali ci troviamo al centro di una più ampia trasformazione nell’offerta formativa Italiana. È evidente la volontà di innalzare la soglia delle competenze per allinearsi agli standard europei nel mercato del lavoro e delle professioni tecnico-ingegneristiche nello specifico”.

Lauree professionalizzanti con nuove opportunità?
“Le lauree professionalizzanti dovranno rappresentare un primo step verso il futuro mercato globale. Bisognerà però compiere ulteriori passi per ottenere la tanto auspicata crescita, acquisendo nuove competenze, multilinguismo, networking e aggiornamento continuo, queste saranno le nuove frontiere del nostro lavoro”.

Come si rapporteranno le lauree professionalizzanti con l’attuale offerta formativa tecnica?
“Nel convegno analizzeremo se esistono attualmente nel nostro Paese politiche di armonizzazione delle varie esperienze: nell’alta formazione, nel mondo universitario, nel mondo dell’impresa e delle professioni e quali saranno i loro rapporti”.

Trilinguismo per valicare le Alpi?
“Credo non sia sufficiente la sola formazione tecnica, il trilinguismo ci sincronizza verso quel futuro globale, che di permetterà di lavorare anche nei Paesi che confinano con la nostra regione”.

Saranno presenti al convegno anche il presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi, che ha l’assessorato all’istruzione  ed ha ideato il Trilinguismo. Il confronto sarà molto ampio con il rettore dell’Università di Trento Paolo Collini, la dirigente Liceo Linguistico Sophie Scholl Maria Silvia Boccardi, il dirigente dell’Itt Buonarroti-Pozzo Paolo Dalvit. In rappresentanza di Confindustria ci sarà Marco Giglioli. “Avremo poi i massimi dirigenti della nostra categoria, con il presidente del Consiglio nazionale dei periti industriali Giampiero Giovannetti ed il presidente dell’Eppi Valerio Bignami  - conclude Bendinelli – La presenza del governatore del Trentino Rossi sarà determinante per declinare i futuri passi da fare per le lauree professionalizzanti trilingui”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136