QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Aree interne: 3,5 milioni in bandi per la Valchiavenna

mercoledì, 21 giugno 2017

Sondrio – “Con questa delibera compiamo un altro importante passo, per dare piena attuazione al progetto d’area interna della Valchiavenna, perfezionando cosi’ il quadro dei finanziamenti per le imprese della Valle. Al bando ‘Al via’ per l’acquisto di macchinari, uscito recentemente, che garantisce una riserva di risorse da dedicare all’Area interna Valchiavenna, pari a 1.250.000 euro, grazie a questa delibera si aggiungeranno presto nuovi bandi per progetti legati all’attrattivita’ turistica e per lo start up d’impresa. Non posso che essere soddisfatto del risultato, perche’, in piena sintonia con l’assessore Parolini, che ringrazio, siamo riusciti a rendere piu’ coerenti i bandi con le aspettative che il territorio ci aveva rappresentato all’interno della strategia d’area”.

Commenta cosi’ il sottosegretario di Regione Lombardia, alle Politiche per la Montagna, Macroregione alpina (Eusalp), e Programmazione negoziata Ugo Parolo l’approvazione, nella seduta di giunta odierna, delle modifiche all’attuazione del progetto d’area interna Valchiavenna e il conseguente avvio dell’iniziativa a sostegno della competitivita’ delle imprese turistiche del territorio.

ATTRATTIVITA’ DIFFUSA – “A seguito della sottoscrizione, in data 21 agosto 2016, della Convenzione “Strategia dell’area interna Valchiavenna” – spiega Parolo – tra Regione Lombardia e il Comune di Chiavenna (capofila dell’Area Interna), su richiesta del sindaco del Comune capofila, e’ emersa la necessita’ di ridurre da 3 milioni di euro a 2,5 milioni di euro la dotazione finanziaria riservata alle imprese turistiche in Valchiavenna, con particolare riferimento all’iniziativa ‘Turismo e Attrattivita” che promuove la realizzazione di progetti di riqualificazione delle strutture ricettive alberghiere, extra-alberghiere e dei pubblici esercizi, e, nel contempo, di aumentare da 500 mila euro a 1 milione le risorse da destinare ai progetti di nuove infrastrutture nell’ambito del turismo sostenibile a livello locale, quali ad esempio l’ospitalita’ diffusa nei tipici borghi montani della Valchiavenna”.

RISORSE PER 3,5 MILIONI – “Infatti – chiosa Parolo – la delibera approvata contempla un importo complessivo pari a 3,5 milioni di euro a valersi sul Por Fesr 2014-2020, di cui 2,5 per l’avvio dell’iniziativa a sostegno della competitivita’ delle imprese turistiche nei Comuni della Comunita’ montana Valchiavenna e 1 milione per future azioni improntate sulle start-up d’impresa, con particolare attenzione alle nuove imprese turistiche.

I REQUISITI – “I progetti presentati – conclude Parolo – verranno valutati da un Nucleo di valutazione costituito appositamente, il quale dovra’ tener conto della qualita’ progettuale, del conseguimento degli obiettivi previsti, della congruita’ dei costi e dei tempi di realizzazione, dell’impatto sui settori di interesse, dell’accessibilita’ e della sostenibilita’ ambientale e sociale nei sistemi di gestione, dell’ addizionalita’ finanziaria e, non da ultimo, della titolarita’ e componente femminile e giovanile nella compagine societaria.

ASSESSORE PAROLINI: “Con questo ulteriore stanziamento – commenta l’assessore allo Sviluppo economico, con delega al Turismo, Mauro Parolini – vogliamo dare nuova linfa allo sviluppo turistico di un’area che rappresenta uno dei punti di forza della nostra offerta di turismo montano. In questi anni – prosegue l’assessore – abbiamo dato una vera e propria svolta al turismo lombardo. Siamo cresciuti nei numeri e nella qualita’ dell’accoglienza ma soprattutto, grazie all’accelerazione che abbiamo impresso nel corso della legislatura, il turismo si e’ affermato come asset primario di sviluppo del nostro sistema economico. Abbiamo fatto un percorso insieme ai protagonisti del settore attraverso bandi, eventi, iniziative di promozione e di formazione, con oltre 60 milioni di euro di risorse complessive.

L’anno del turismo, iniziato il 29 maggio del 2016 – conclude Parolini – si e’ rivelato anche un’occasione unica per costruire una rinnovata consapevolezza delle nostre enormi potenzialita’ turistiche e per riaccendere l’orgoglio per la bellezza che caratterizza tutte le nostre aree turistiche, tra le quali la Valchiavenna giochera’ sempre piu’ un ruolo da protagonista”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136