QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Appaltati i lavori dello svincolo per Padergnone il località “Due laghi” sulla statale Gardesana occidentale

giovedì, 5 giugno 2014

Padergnone  - I lavori sulla statale 45 bis – Gardesana –  in territorio trentino proseguono. La Provincia di trento ha appaltato i lavori. L’obiettivo è stato illustrato dall’assessore Gilmozzi. ”E’ la messa in sicurezza di un tratto di strada particolarmente delicato sotto il profilo dei flussi, il motivo principale di questo intervento”: con queste parole l’assessore provinciale alle InfrastruttDSCN0416ure e all’Ambiente, Mauro Gilmozzi ha commentato la consegna dei lavori di realizzazione dello svincolo per Padergnone, in località “Due laghi”, sulla statale 45bis Gardesana Occidentale.

Con la consegna dei lavori può partire il cantiere. L’intervento in progetto permetterà il riordino dell’attuale confluenza della strada provinciale 84 dir. “di Padergnone” sulla strada statale 45 bis “Gardesana Occidentale” mediante la realizzazione di un sottopasso. La durata contrattuale dei lavori è prevista in 355 giorni; la spesa complessiva è di 3.292.800 euro. “Con quest’opera pubblica – ha aggiunto l’assessore Gilmozzi – vogliamo dare una risposta puntuale ad un bisogno espresso dal territorio, su una delle vie di comunicazione più importanti della viabilità provinciale”.

Il nuovo sottopasso verrà realizzato senza interruzione del traffico lungo la statale, mediante la creazione di una deviazione provvisoria della strada. E’ prevista inoltre la realizzazione di due percorsi pedonali (su entrambi i lati della statale) che consentano il collegamento in sicurezza dell’abitato di Padergnone con la località “Due Laghi” e la zona alberghiera. La lunghezza del tratto di strada statale oggetto dell’intervento è pari a 425 metri, mentre la lunghezza del nuovo ramo di svincolo dalla provinciale 84 alla statale 45bis è di 244 metri.
Il progetto esecutivo è stato redatto dall’ingegner Matteo Pravda del servizio Opere Stradali e Ferroviarie della Provincia autonoma di Trento, che è anche direttore dei lavori, con il supporto alla progettazione dell’ingegner Rino Pederzolli dello Studio Pederzolli di Vezzano.
Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione è l’ingegner Daniele Sartori. L’impresa appaltatrice è la “Carron cav. Angelo” S.p.a. di S. Zenone degli Ezzelini (Treviso). La presunta ultimazione dei lavori è fissata al 23 maggio 2015.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136