QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Aperto un tratto di circonvallazione tra Riva del Garda e Arco di Trento. Il messaggio di Gilmozzi

sabato, 11 ottobre 2014

Riva del Garda – E’ stata completata un’opera attesa e di grande importanza per la vivibilità urbana. L’assessore provinciale alle infrastrutture Mauro Gilmozzi, ha salutato l’apertura al transito dell’ultimo tratto della circonvallazione di Riva del Garda. Complessivamente, la variante fra Riva del Garda ed Arco raggiunge ora la lunghezza di 4,6 chilometri. Il primo tratto, compreso tra lo svincolo Monte Oro e la rotatoria del Monte Tombio, era stato aperto nell’agosto 2010. Oggi, alla presenza dell’assessore provinciale alle infrastrutture e all’ambiente Mauro Gilmozzi e del sindaco di Riva del Garda Adalberto Mosaner, si è provveduto all’apertura al transito dell’ultimo tratto mancante, compreso tra lo svincolo Pasina e lo svincolo Baltera, per uno sviluppo di 1,30 km ed una larghezza di carreggiata di 10,50 metri.riva-del-garda-foto-aeree-008

IL COMMENTO DI GILMOZZI

“Si tratta di un’opera molto attesa – ha sottolineato l’assessore Gilmozzi – che consentirà di rendere finalmente percorribile l’intera variante di Riva del Garda, in modo da migliorare la vivibilità all’interno del centro storico di Riva e ridurre i problemi di inquinamento acustico ed atmosferico, deviando il traffico di transito da e per Limone del Garda e da e per la Val di Ledro”.

L’intervento ha previsto la realizzazione di 3 gallerie artificali con piattaforma stradale della larghezza di 7,50 metri, oltre a due marciapiedi tecnici della larghezza di circa 1 metro e 50 ciascuno, uno svincolo in località Pasina, di diametro esterno di 20 metri con una carreggiata bitumata complessiva di 8 metri, illuminato da un faro e poi muri di sostegno rivestiti in pietra locale, che delimitano le proprietà private, viabilità minori e piste d’accesso alle attività commerciali e 144 metri di barriera antirumore costituita da pannelli in legno di 2 metri e 50. Lo sviluppo complessivo della variante alla strada statale 45 bis tra i comuni di Arco e Riva del Garda è ora di 4,6 km.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136