QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Altri ritardi nei lavori per realizzare lo svincolo di Esine sulla statale 42

mercoledì, 7 maggio 2014

Esine – I lavori sulla statale 42, per realizzare lo svincolo di Esine, riprenderanno a breve e dovrebbe concludersi entro dieci mesi. E’ questa l’ipotesi avanzata dall’Anas, per far ripartire l’opera deve comunque sbloccarsi l’appalto e il contenzioso aperto tra l’Ente Strade e una delle aziende che aveva vinto il bando.

Esine2

In Valle Camonica tutti attendono lo sblocco dei lavori. L’assessore  alla Viabilità della Provincia di Brescia, Maria Teresa Vivaldini, sostiene, dopo un recente colloquio  con l’Anas, che l’appalto si sbloccherà nei prossimi mesi e che in autunno, se non ci saranno altri ricorsi, potrebbero riparte gli scavi. (nella foto la prima parte dei lavori ora abbandonata). Intanto rimane aperta la questione legata al materiale inerte abbandonato accanto alla statale 42 e sul piazzale dell’Asl Valle Camonica.

Il materiale non è ancora stato rimosso e l’Asl ha recentemente sollecitato l’Anas con una lettera chiedendo tempi e modalità di smaltimento.  Anche in questo caso i tempi di soluzione del problema saranno lunghi. 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136