QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Alpini: adunata del 2018, approvato e finanziato il piano operativo

sabato, 28 ottobre 2017

Trento – La Giunta provinciale, su iniziativa dell’assessore alla cultura, cooperazione, sport e protezione civile Tiziano Mellarini ha approvato e finanziato il piano operativo della 91° Adunata Nazionale degli Alpini che, come noto, si terrà a Trento l’11, 12 e 13 maggio del 2018. La Provincia sosterrà l’iniziativa con la cifra di un milione e duecentomila euro a fronte di un piano finanziario che pareggia su un importo previsto di poco superiore al milione e novecentomila euro.

adunata alpini 2018“L’adunata – sottolinea l’assessore Mellarini – richiamerà a Trento moltissime persone, come accade sempre quando si muovono gli Alpini, e farà puntare sulla nostra provincia i riflettori dei principali media nazionali. Sarà quindi una importante occasione di promozione per il Trentino. Sarà soprattutto, una festa, nel segno dell’amicizia, della collaborazione tra comunità e Paesi, e della ricomposizione delle fratture che la Grande guerra, di cui si celebra il centenario, ha lasciato. Questa è una adunata che si ispira ad una parola sola: pace”.

Il sostegno da parte della Provincia autonoma di Trento all’Adunata non si esaurisce qui. Sono diverse le strutture provinciali che saranno impegnate in vario modo: il Dipartimento Infrastrutture e mobilità, per la logistica e la pianificazione dei servizi di trasporto pubblico, il Dipartimento Salute e solidarietà sociale, per l’assistenza sanitaria ai partecipanti all’evento, il Dipartimento Sviluppo economico e lavoro, attraverso il Servizio sostegno occupazionale e valorizzazione ambientale, per gli allestimenti, il Dipartimento Protezione civile, per gli aspetti che riguardano la gestione dell’afflusso dei partecipanti, il Dipartimento cultura, turismo, promozione e sport, per gli adempimenti amministrativi relativi alla partecipazione provinciale e per il coordinamento delle iniziative culturali.

Intanto la macchina si è messa in moto e il comitato organizzatore, che si è costituito il primo marzo scorso, è già all’opera da tempo. Sono in corso vari incontri istituzionali e con le diverse categorie, si stanno cercando gli sponsor e i volontari che serviranno per accompagnare l’evento; dovranno essere tra i 1700 e i 2000. A maggio sono attese a Trento oltre 500.000 persone, tra penne nere e familiari.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136