QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Alessandro Zorer presidente di Trentino Network

lunedì, 19 maggio 2014

Trento – E’ Alessandro Zorer il nuovo presidente di Trentino Network: lo ha deciso oggi la Giunta provinciale. Già amministratore delegato della società a capitale pubblico che gestisce le reti per le telecomunicazioni presenti sul territorio provinciale, Zorer subentra a Roberto Lazzaris. Tra le nomine decise in questa seduta figurano anche quelle relative al collegio sindacale di Trento Fiere. Prorogato di due mesi invece il cda di Trentino Trasporti per consentire il completamento dell’iter che porterà ad un’unica governance assieme a TT Esercizio.digitale innovazione tecnica

Trentino Network nel suo organigramma finora aveva un presidente e un amministratore delegato – Zorer appunto – con ruolo di direttore tecnico. Da ora in avanti ci sarà un amministratore delegato che sarà anche presidente, mentre il Cda è stato allargato ad Andrea Bertuolo, amministratore di Eyepro system e esperto in business plan di aziende start up, e a Manuela Seraglio Forti, libera professionista, Forti Metals Engineering & Consulting. A Roberto Lazzaris il presidente della Provincia ha voluto oggi esprimere un sincero ringraziamento per il lavoro svolto. Ricordiamo che la carriera professionale di Roberto Lazzaris (1943) è partita da Dalmine, nell’implementazione di sistemi informativi per le aziende che lavorano l’acciaio.

Diventato consulente è approda in Trentino verso la fine degli anni ’90 per collaborare al progetto di mobilità integrata dei trasporti trentini (MITT). Nel 2003 è diventato direttore tecnico di Informatica Trentina mentre dal 2006 è il presidente di Trentino Network dove è restato in carica tre mandati per otto anni complessivi. Tornando al nuovo cda, va detto che la giunta ha anche stabilito l’ammontare dei compensi: è stata determinata una riduzione (30 mila euro lordi per il presidente, anziché 35 mila con la fissazione di un tetto massimo di 115 mila euro per il doppio incarico di presidente e amministratore delegato. L’indennità per la carica di vicepresidente passa da 12 mila a 10 mila euro e per quella di consigliere da 6 mila a 5 mila euro lordi).

La Giunta ha inoltre provveduto a nominare i rappresentanti della Provincia autonoma di Trento nel collegio sindacale della Trento Fiere S.p.A. Sono stati indicati Enrico Bettini, Wiliam Bonomi e Claudia De Gasperi quale sindaco supplente. Contestualmente sono stati stabiliti anche i compensi per il presidente di Trento Fiere (17,5 mila euro lordi all’anno) e per i componenti del consiglio di amministrazione (3,5 mila euro).

Infine, riguardo al consiglio di amministrazione di Trentino Trasporti, l’assessore alle infrastrutture ha proposto una proroga di sessanta giorni. Una scelta maturata nell’ambito della mozione del consiglio provinciale che impegna ad una governance unica tra Trentino Trasporti SpA e Trentino trasporti esercizio Spa: è infatti intenzione della Giunta, in questo contesto, ridefinire gli assetti delle società. Il che avverrà al massimo entro i prossimi due mesi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136