QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Al vertice Nato il Senatore Panizza incontra il Ministro Mogherini per Euregio e europeismo

venerdì, 3 ottobre 2014

Trento – “Il vertice delle delegazioni parlamentari dei Paesi aderenti Nato è stato anche occasione per parlare con il Ministro e prossimo Alto Rappresentante per la Pesc Federica Mogherini del Trentino-Alto Adige, spiegando la vocazione europeista della nostra terra e l’importanza dell’Euregio come modalità per costruire una vera Europa dei Popoli”.2014_panizza_-_mogherini

Lo dice in una nota il segretario politico del PATT sen. Franco Panizza, in questi giorni impegnato a Catania al vertice delle delegazioni parlamentari dei paesi che aderiscono alla Nato, in qualità di componente della delegazione italiana.

“Si tratta – racconta Panizza – di un vertice particolarmente importante. La scelta è ricaduta su Catania perché al centro vi è il tema dei flussi migratori e degli sbarchi dei profughi dall’Africa. Finalmente la questione viene considerata in tutta la sua gravità dall’Europa e dai Paesi della NATO. Per troppo tempo l’Italia è stata lasciata sola a gestire una situazione così complessa e delicata, soprattutto in una fase che il Medio Oriente è nuovamente attraversato da una grave minaccia.

Proprio sull’ISIS – prosegue Panizza – durante la plenaria di ieri sono intervento per porre una domanda al Sottosegretario Minniti. Purtroppo – continua ancora il Senatore – ci troviamo davanti a un’organizzazione che riesce a strutturarsi, che ha dalla sua una forte organizzazione militare, che dispone di un proprio territorio e di finanziamenti che derivano dalla vendita del petrolio. A questo s’aggiunge una forte capacità comunicativa, che si è dimostrata capace di fare nuovi proselitismi in tutto il mondo.

È una minaccia molto pericolosa, che non va in alcun modo presa sottogamba. Quello che stupisce è la sua capacità di fare proselitismi anche nei paesi Occidentali, cosa che ad altre organizzazioni fondamentaliste religiose riuscivano in maniera decisamente limitata.

Tuttavia sono convinto che se l’Europa e l’Occidente assieme ai Governi Arabi che si stanno mobilitando, sapranno essere unite e determinate, riusciremo a sconfiggere questa nuova minaccia, nei confronti della quale non possono esserci tentennamenti d’alcun tipo”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136