Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Agriacma, a Riva del Garda la fiera specializzata in macchine agricole di montagna

lunedì, 19 febbraio 2018

Riva del Garda - Alla presenza dell’Assessore all’Agricoltura, Foreste, Turismo e Promozione della Provincia di Trento Michele Dallapiccola, del presidente di ACMA, Associazione Commercianti Macchinari Agricoli della Provincia di Trento Roberto Odorizzi, del presidente di Riva del Garda Fierecongressi Roberto Pellegrini, di Massimo Caldera, funzionario di Confcommercio Trentino e referente per la categoria dei grossisti e delle Piccole e Media Imprese del Trentino, è stata presentata questa mattina a Trento la nona edizione di Agriacma, la fiera specializzata in macchine agricole di montagna.

È toccato al presidente Roberto Odorizzi illustrare alla stampa presente le novità di questa nona edizione, la seconda che gli spazi espositivi di Riva Fierecongressi al Quartiere della Baltera ospita il primo week end di marzo, da venerdì 2 a domenica 4 marzo prossimo.

Le novità del 2018 – ha detto Odorizzi – sono molte, a partire dalla data. Non più ad ottobre bensì ad inizio primavera, una scommessa per noi perché dopo vent’anni di fiera nel periodo autunnale (la cadenza dell’evento è biennale) vederla spostata in primavera è una scommessa. Però ci crediamo fortemente, anche perché presenteremo tutte le novità importanti a livello del mezzo agricolo che conosciamo.
 
In primis le trattrici e le motorizzazioni: Finalmente siamo arrivati al rispetto della normativa Euro 4, fattore che nel campo agricolo ha dato differenziazioni importanti. Vedremo le macchine atte ai trattamenti, necessarie per dare risposte alle esigenze del settore e, fatto molto importante, alle normative provinciali per un territorio più pulito e a portata d’uomo. Stiamo cercando di dare soluzioni alternative ai sistemi classici di diserbo, trattamenti con antideriva (sistemi di irrorazione mirata per i prodotti quando si fanno i trattamenti sulle piante), su tutte le macchine in costruzione. Stiamo dando regole di adeguamento alla nuova normativa europea, con la speranza che l’input dia un seguito alla diminuzione anche degli incidenti agricoli e sui macchinari.
 
Altra novità – ha concluso Odorizzi – è data dall’angolo dedicato al giardinaggio, motivo questo per dare un ulteriore “ampliamento” al pubblico. Molte aziende fanno giardinaggio e vendita, ecco allora che abbiamo pensato di fare un angolo dedicato al settore. La location è fantastica, l’abbiamo utilizzata due anni fa, l’accoglienza dell’ente Fiera è instaurato alla massima collaborazione, dunque siamo pianamente soddisfatti e certi di bissare l’edizione del 2016”.

Massimo Caldera ha evidenziato come l’aspetto sicurezza e sostenibilità ambientale sia fondamentale, tema sul quale i concessionari di Acma si sono spesi per offrire agli operatori agricoli le ultime novità del mercato. “L’enorme sforzo di sensibilizzazione sul discorso sicurezza e ambiente – ha specificato nel suo intervento - è ciò che, alla fine, deve risaltare. Sottolineo solamente l’importante sostegno dell’Ente pubblico nel portare avanti questi ragionamenti, fondamentale per ottenere poi riscontri concreti nelle statistiche finali”.

Il presidente Roberto Pellegrini, dopo aver ringraziato Acma per aver confermato la scelta del Quartiere Fieristico quale location di questa nona (seconda a Riva, ripetiamo) edizione della fiera, ha dichiarato di accogliere con positività una Fiera radicata sul nostro territorio come Agri Acma. “Un evento come questo – ha detto – ci consente di differenziare la nostra offerta fieristica. Dunque non solo eventi internazionali come la fiera della Calzatura, o nazionali come quella dedicata agli Hotel e tutto ciò che ruota attorno al prodotto turistico, bensì momenti in cui il territorio, l’ambiente e le novità del mondo agricolo ad esso legato sono messi in evidenza. Il nostro Know How è completamente a vostra disposizione”.

L’assessore Michele Dallapiccola, infine, ha detto che la Provincia di Trento con l’assessorato da lui presieduto è molto sensibile al tema, affermando subito che, ad esempio, l’eliminazione del glifosato, il diserbante più usato al mondo, è al centro degli sforzi congiunti per arrivare alla sua eliminazione totale in agricoltura. “Sappiamo tutti – ha dichiarato – che è la bestia nera rimasta in Trentino. Ecco, dunque, che anche le recenti delibere e gli stanziamenti che la Provincia ha fatto in agricoltura vengono incontro agli ammodernamenti dei mezzi agricoli. Un passo in avanti rispetto al piano Nazionale – ha sottolineato – che si farà grazie anche alle innovazioni in campo meccanico. È di stamattina – ha orgogliosamente detto Dallapiccola – l’approvazione della graduatoria della graduatoria 411, laddove i nostri contadini otterranno finanziamenti per ulteriori investimenti in campo agricolo per ammodernare le loro attrezzature, con la Provincia che ha implementato gli investimenti passando dagli iniziali otto miliardi e mezzo di euro ai tredici complessivi. Il ritorno economico positivo su Commercio e Turismo, mentre i nostri contadini riverseranno sul mercato complessivamente 40 milioni di Euro per infrastrutture, stalle, macchinari”.

A chiusura conferenza stampa Dallapiccola ha ricordato la recente approvazione dei criteri per la concessione dei contributi per il rinnovo degli impianti frutticoli, al fine d’incentivare il rinnovo delle varietà di melo coltivate in Provincia di Trento, puntando a diminuire i trattamenti fitosanitari necessari proprio nell’ottica di sostenibilità ambientale dove si colloca, appunto anche il “leit motiv” di Agriacma.

L’appuntamento per la nona AGRIACMA dal 2 al 4 marzo 2018 al Quartiere Fieristico di Riva del Garda (orario d’apertura 8.30-18.30) è sicuramente uno di quelli da non perdere.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136