QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Aeroporto di Bolzano: nuovo CdA di ABD, la presidente è Astrid Kofler

mercoledì, 3 agosto 2016

Bolzano – L’assemblea dei soci di ABD (Airport Bolzano Dolomiti) ha eletto il nuovo CdA: Astrid Kofler sarà la presidente.CdA ABD Bernardi Kofler Holzer

La 38enne Astrid Kofler è la nuova presidente di ABD, la società che gestisce l’aeroporto di Bolzano. L’ha eletta questa sera (martedì 2 agosto) l’assemblea della società, al 100% di proprietà della Provincia, alla luce delle nuove nomine del CdA varate lo scorso 12 luglio dalla Giunta provinciale. Meranese di nascita, ma residente nel capoluogo, Astrid Kofler si è laureata in economia aziendale all’Università di Verona, ha ottenuto un Master in diritto fiscale a Milano, e ha accumulato diverse esperienze professionali in Italia (Senior Manager presso la Ernst & Young di Milano), Germania e Ungheria. Attualmente opera come libera professionista presso lo studio di commercialisti e consulenti fiscali di cui è socia e co-fondatrice. Rispetto al vecchio consiglio di amministrazione, che in seguito all’esito della consultazione referendaria aveva presentato le proprie dimissioni, il nuovo CdA è composto da 3 anzichè da 5 persone, ed è completato da Cristina Bernardi, direttrice sostituta dell’Avvocatura provinciale, e Dominik Holzer, capo di gabinetto del presidente della Provincia.

“Compito dell’organo – sottolinea il presidente Arno Kompatscher - è quello di garantire, in accordo con le autorità statali, il funzionamento della struttura secondo le prescrizioni di legge, e fare in modo che il valore della società si mantenga il più possibile stabile in attesa della prevista vendita delle quote che la Provincia detiene in ABD“. Il disimpegno della mano pubblica, secondo quanto stabilito dall’articolo di legge approvato lo scorso 15 luglio dal Consiglio provinciale, verrà programmato e accompagnato dai competenti uffici provinciali. “Il primo passo – aggiunge Kompatscher – consisterà in una stima delle quote da parte di una società indipendente, quindi sulla base di ciò si potrà procedere con il bando europeo per la cessione. Se non si troveranno acquirenti interessati, la società verrà definitivamente liquidata”.

Per quanto riguarda le retribuzioni del nuovo Cda che, come detto, potrà contare su 3 soli membri, la presidente Astrid Kofler percepirà un compenso di 2.400 euro lordi al mese, mentre Cristina Bernardi e Dominik Holzer, in quanto dipendenti provinciali, avranno diritto ad un compenso di 350 euro lordi al mese più 150 euro per ogni seduta.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136