QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

9 milioni dalla Regione per riqualificazione degli immobili, fondi anche per la parrocchia San Lorenzo di Angolo Terme

sabato, 18 marzo 2017

Angolo Terme – E’ di quasi un milione di euro il finanziamento assegnato da Regione Lombardia alla provincia di Brescia in base ai fondi di rotazione 2016 per la riqualificazione dei beni immobili. Seconda provincia, solo dopo Milano, per numero di investimenti ricevuti.

cappellini assessore lombardia“Un grande investimento nel patrimonio culturale lombardo” ha commentato l’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie della Lombardia Cristina Cappellini.

QUASI 9 MILIONI A DISPOSIZIONE DEI TERRITORI
“Ancora una volta, nonostante i pesanti tagli del governo al bilancio regionale – ha spiegato l’assessore Cappellini – siamo riusciti a mettere a disposizione dei nostri territori 8,7 milioni di euro per interventi sui beni culturali, con la possibilita’, in corso di valutazione, di integrare questo stanziamento con ulteriori risorse per riuscire a finanziare gli altri progetti ammissibili”.

UNO SFORZO IMPORTANTE
“In un periodo in cui le risorse di Comuni e Province sono sempre piu’ scarse – ha aggiunto Cappellini – la Regione ha voluto compiere uno sforzo importante, andando incontro alle esigenze dei soggetti pubblici, privati ed ecclesiastici che operano in campo culturale, finanziando molti progetti importanti di conservazione e restauro”.

LE OPERE IN PROGRAMMA IN PROVINCIA DI BRESCIA
Alla provincia di Brescia sono andati 992.000 euro. Ecco in dettaglio i beneficiari (tra parentesi gli importi assegnati):

1- Gardone Riviera, Fondazione Il Vittoriale degli Italiani (250.000 euro), progetto per realizzazione museo dell’auto e bookshop.

L’intervento prevede la realizzazione di un Museo dell’Auto con collegamenti e scambi di vetture con il Museo Mille Miglia di Brescia. Il nuovo museo sara’ collocato esternamente al percorso del parco monumentale e aperto alla visita libera. L’obiettivo e’ la creazione di un nuovo spazio bookshop con servizio caffetteria, in prossimita’ dell’auditorium inserito nella cittadella monumentale.

2 – Brescia, Palazzo Gaifami, Associazione per la pubblica assistenza Croce Bianca (100.000 euro).

Il progetto prevede l’intervento sugli apparati decorativi, che sara’ preceduto da una campagna diagnostica finalizzata anche al preconsolidamento delle superfici. L’obiettivo e’ di portare a termine un programma di conservazioni sulle superfici decorate e nel contempo migliorare la risposta sismica almeno del corpo centrale del salone, per riattivare tutte le attivita’ da sempre condotte in questi locali (contributo concesso da Regione Lombardia).

3 – Brescia, parrocchia di Sant’Afra (Ente ecclesiastico, 179.907 euro) – Intervento di conservazione.

Con le opere finanziate si aggiunge un tassello al programma di conservazione attivato ormai qualche decennio fa sulla chiesa di Sant’Afra. Oggetto del progetto saranno anche i pennacchi della volta con i quattro Evangelisti, tutte le superfici delle pareti del presbiterio con i quattro Padri della chiesa e i quattro profeti. Inoltre sara’ realizzato un importante sistema di smaltimento delle acque mediante micropozzi a perdere; si procedera’ alla costituzione di una intercapedine areata per consentire la traspirazione delle murature seminterrate. Infine l’attivazione del cantiere consentira’ di avviare una campagna di mappatura delle condizioni di adesione degli intonaci della volta della navata per programma le future attivita’.

4 – Cerveno, parrocchia di San Martino Vescovo (144.108 euro – Ente ecclesiastico).

L’intervento riguarda il restauro conservativo delle Cappelle/Stazioni V e VIII della Via Crucis, raffiguranti rispettivamente ‘Gesu’ aiutato dal Cireneo’ e ‘Gesu’ incontra le Pie Donne’. Il progetto rappresenta il prosieguo di un percorso finalizzato alla restituzione alla collettivita’, nella sua interezza, di un’importante testimonianza di arte sacra e di uno dei massimi capolavori di arte lignea italiana del Settecento. Attraverso il restauro si intende agevolare e aumentare la diffusione della conoscenza del patrimonio artistico del Santuario al fine di valorizzarlo e renderlo fruibile al maggior numero di persone.

5 – Cellatica, Santuario Madonna della Stella (259.654 euro – Ente ecclesiastico).

Il progetto prevede il restauro delle pareti interne del Santuario e il rifacimento dei servizi igienici. E’ prevista inoltre la realizzazione di eventi culturali e ricreativi aperti al pubblico, al fine di incrementare la fruizione del luogo e diffondere il patrimonio storico e artistico del Santuario. A cio’ sara’ affiancato un piano di comunicazione e fund raising per potenziare l’attuale sistema di raccolta fondi. L’obiettivo e’ garantire la conservazione e la valorizzazione del patrimonio artistico, storico e culturale che il Santuario rappresenta, terminando il processo di recupero per restituirgli la sua originale bellezza.

6 – Angolo Terme, parrocchia San Lorenzo (157.700 euro – Ente ecclesiastico).

Restauro conservativo delle superfici decorative della chiesa parrocchiale di San Lorenzo. L’intervento mira a conservare gli affreschi delle volte e a riequilibrare l’evidente rifacimento della tinteggiatura nella parte bassa, in disaccordo cromatico con l’impianto decorativo originale a conclusione delle opere esterne (restauro prospetti e copertura) terminate nell’estate scorsa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136