QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

60 progetti finanziati per valorizzare i musei lombardi

domenica, 3 settembre 2017

Morbegno – “Grazie al nostro bando di oltre 760.000 euro siamo riusciti a finanziare 60 progetti per valorizzare i musei lombardi, che rappresentano sempre di piu’ un’eccellenza nazionale”. Lo ha detto l’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie di Regione Lombardia, Cristina Cappellini, commentando la pubblicazione della graduatoria dei beneficiari dell’ultimo bando regionale relativo alla valorizzazione e promozione dei musei lombardi.

cappellini assessore lombardiaGRANDE SODDISFAZIONE PER RISULTATO DEL BANDO REGIONALE – “Sono davvero soddisfatta – ha proseguito – del risultato di questo bando in quanto siamo riusciti a finanziare tutti i progetti che hanno rispettato i requisiti richiesti dalla Regione”.

“Quest’anno – ha ricordato – abbiamo voluto porre l’attenzione sui temi delle identita’ locali, dei giovani e della disabilita’, che rappresentano delle priorita’ per Regione Lombardia, anche alla luce della nuova legge sulle politiche culturali regionali approvata nell’autunno scorso”.

FINANZIATI PROGETTI IN TUTTE LE PROVINCE LOMBARDE – “Con questo importante strumento – ha spiegato l’assessore – siamo riusciti a finanziare progetti in tutte le dodici provincie lombarde, premiando non solo realta’ museali gia’ consolidate, ma anche piccoli musei che senza l’aiuto della Regione non riuscirebbero a sopravvivere e che rappresentano realta’ straordinarie per le nostre comunita’”.

SISTEMA MUSEALE LOMBARDO, ECCELLENZA NAZIONALE – “Ancora una volta – ha continuato Cappellini – il sistema museale lombardo si dimostra vera eccellenza nazionale. Un settore culturale straordinario che registra numeri sempre piu’ importanti per quel che concerne i visitatori e i servizi offerti”.

ABBONAMENTO MUSEI PROGETTO VINCENTE – “Sicuramente uno dei principali fattori che contribuisce al successo dei musei lombardi – ha concluso l’assessore – e’ l’Abbonamento Musei, un importante progetto che noi, come Regione Lombardia, abbiamo fortemente voluto e nel quale continuiamo ad investire per andare incontro, in termini economici e di offerta culturale, ai nostri cittadini”.

SCHEDA BRESCIA

Nel dettaglio i progetti finanziati per il bando musei in provincia di Brescia, il soggetto beneficiario, il contributo erogato da Regione Lombardia e una presentazione del progetto. I finanziamenti rientrano nella misura fortemente voluta dall’assessore regionale alle Culture, Identita’ e Autonomie Cristina Cappellini per il sostegno alle realta’ museali lombarde.

- ‘Benvenuti a Santa Giulia: potenziamento degli standard di accoglienza del Museo’, Fondazione Museo Brescia, contributo previsto: 25.000 euro. Progetto di allestimento per la revisione complessiva dell’area accoglienza e dei sevizi accessori, con la realizzazione di un blocco centrale plurifunzionale e l’ampliamento degli spazi di sosta e ristoro, nonche’ la realizzazione di un punto informativo dedicato al sito Unesco cui Santa Giulia appartiene, con il Parco archeologico.

- ‘Quello che so di te. Quando il museo si fa casa e si interroga sui pubblici di oggi e di domani’, Fondazione PInAC di Rezzato, contributo previsto: 9.500 euro. Il progetto, della tipologia ‘Educazione al patrimonio culturale’, si propone di implementare nuove strategie di mediazione, di coinvolgimento e di posizionamento della raccolta museale nel territorio, per sostenere un processo di audience development, ossia accrescere la fruizione dei beni da parte di nuovi target di pubblico da fidelizzare.

- ‘GENER-AZIONI1: per un’educazione al patrimonio del territorio per tutti i pubblici’, Sistema museale della Val Sabbia di Gavardo, contributo previsto: 5.500 euro. Con questo intervento, della tipologia ‘Educazione al patrimonio culturale’, il Sistema Museale si propone il rafforzamento della configurazione dei musei, siti e parchi della Valle Sabbia a ‘sistema’. Si prevede inoltre l’acquisizione di una maggiore visibilita’, a livello di comunicazione, del proprio patrimonio, degli istituti aderenti nonche’ la condivisione di percorsi progettuali e di eventi culturali destinati ai diversi pubblici che accedono alle istituzioni culturali del territorio (giovani in eta’ scolare, pubblico adulto e ‘pubblici speciali’).

- ‘Storie d’acqua. Mappe idrografiche e meteorologia nei laboratori del Musil’, Museo dell’Industria e del lavoro ‘Eugenio Battisti’ di Brescia, contributo previsto: 3.500 euro. Il progetto, della tipologia ‘Educazione al patrimonio culturale’, ha l’obiettivo di contribuire a diffondere la consapevolezza sull’importanza della risorsa acqua per la vita non solo della valle ma della pianura, con le sue citta’ e attivita’ produttive, fortemente dipendenti dall’acqua delle grandi valli alpine, sia in forma diretta attraverso i fiumi e laghi sia sotto forma di energia idroelettrica, tuttora importante anche se non piu’ centrale come nella prima meta’ del secolo scorso.

- ‘Il Tibet al Diocesano. La donazione Boni Benatti’, Fondazione Museo diocesano di Brescia, contributo previsto: 14.000 euro. Finalita’ del progetto e’ allestire una sezione di arte tibetana grazie all’esposizione della Collezione Benatti, un unicum per l’Italia fatta eccezione per il Museo di arte orientale di Roma.

- ‘Il santo e la sua citta”, Museo ‘Piamarta’ Brescia, contributo previsto: 12.000 euro. Progetto di allestimento per la valorizzazione del fondo documentario del Padre Piamarta e il completamento dell’esposizione della Camera e dello Studio della Casa-Museo, oltre allo sviluppo della sezione dedicata alle attivita’ della banda musicale voluta dal santo.

- ‘Il Museo delle armi e della tradizione armiera di Gardone Val Trompia si rinnova: nuovi allestimenti per comunicare nuovi contenuti’, Museo delle armi e della tradizione armiera di Gardone Val Trompia, contributo previsto: 5.000 euro. Il progetto, della tipologia ‘Allestimenti museali’ intende dotare di attrezzature multimediali l’attuale percorso didattico del museo e insieme ricostruire l’allestimento espositivo delle vetrine per poter esporre in maniera piu’ puntuale i materiali, privilegiando la qualita’ del pezzo piu’ che la quantita’ dell’esposizione e cio’ mediante degli accorgimenti in grado di adattare la vetrina all’oggetto e non viceversa; questo anche per creare spazi flessibili in grado di adattarsi a pezzi diversi per una esposizione a rotazione.

- ‘Progetto di rinnovamento della sezione preistorica’, Museo civico di Manerbio e del territorio, contributo previsto: 8.000 euro. Progetto di allestimento per l’ammodernamento delle sezioni dedicate alla Preistoria e all’Eta’ del Ferro per armonizzarle al resto del percorso espositivo e renderle fruibili anche ai non vedenti.

- ‘Nuova sezione archeologica presso il MUSA di Salo’, Fondazione Opera pia e carita’ laicale e Istituto Londroniano di Salo’, contributo previsto: 17.600 euro.

Il progetto si prefigge l’obiettivo precipuo di allestire una nuova sezione archeologica all’interno del museo, trasferendovi l’intera collezione del Civico Museo Archeologico A.M.Mucchi, salvando i reperti da una situazione di degrado dovuta ad un ambente non idoneo all’ottimale conservazione degli stessi e valorizzandoli al tempo stesso, grazie ad una collocazione di maggior centralita’.

SCHEDA SONDRIO

Nel dettaglio i progetti finanziati per il bando musei in provincia di Sondrio, il soggetto beneficiario, il contributo erogato da Regione Lombardia e una presentazione del progetto. I finanziamenti rientrano nella misura fortemente voluta dall’assessore regionale alle Culture, Identita’ e Autonomie Cristina Cappellini per il sostegno alle realta’ museali lombarde.

- ‘Realizzazione di nuovo exhibit per valorizzare i resti fossili di Cassinisia orobica’, Museo civico di Storia naturale di Morbegno, contributo previsto: 7.500 euro. Il progetto, della tipologia ‘Allestimenti museali’ e’ finalizzato alla realizzazione di un nuovo exhibit in cui verranno ospitati i resti fossili di Cassinisia orobica, rinvenuti per la prima e unica volta al mondo in Val Gerola. Insieme ai reperti si rappresentera’ olograficamente il rametto di conifera che, in seguito a un complesso susseguirsi di eventi ha dato origine ai detti fossili; infine un’animazione infografica spieghera’ il processo di trasformazione.

- ‘Per un nuovo allestimento della sezione archeologica del MUSA, prima annualita”, Museo valtellinese di Storia e arte di Sondrio, contributo previsto: 11.500 euro. Il progetto, della tipologia ‘Allestimenti museali’, e’ finalizzato alla realizzazione di un nuovo percorso espositivo della sezione archeologica, che verra’ valorizzata anche grazie all’ampliamento del contenuto scientifico dei contenuti; verranno esposti nuovi materiali, effettuato un intervento di pulitura su due importantissimi reperti (l’urna di Esirio Secundo e il cippo di Caninio Sissio) e realizzati nuovi pannelli illustrativi.

- ‘Interventi multimediali per il museale della Valchiavenna’, Sistema museale della Valchiavenna di Chiavenna, contributo previsto: 18.000 euro. Il progetto, della tipologia ‘Allestimenti museali permanenti’, si propone la realizzazione di un allestimento attraverso mezzi tecnologici che siano in grado di dialogare con le nuove generazioni ‘digitali’. Il primo obiettivo previsto e’, infatti, il coinvolgimento degli adolescenti. Il Sistema si propone, inoltre, di avvicinare, tramite i ragazzi, le famiglie attraverso la condivisione di esperienze. Con questo intervento si intende non solo valorizzare le opere esposte nel musei bensi’ l’intero territorio della Valle.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136