QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

150mila euro per mettere in sicurezza Marone dal torrente Opolo

lunedì, 21 novembre 2016

Marone – “Ci sono 150.000 euro per mettere in sicurezza l’abitato di Marone dal corso del torrente Opolo, consolidando il versante di frana che da diverso tempo desta preoccupazione proprio nell’ultimo tratto prima di sfociare nel lago d’Iseo. Si tratta di un provvedimento che abbiamo ritenuto di inserire tra gli interventi prioritari finanziati nell’ultima Giunta”. Lo dichiara Viviana Beccalossi, assessore al Territorio, Urbanistica, Difesa del Suolo e Citta’ metropolitana di Regione Lombardia, annunciando la delibera approvata su sua proposta e riguardante alcune opere urgenti di mitigazione del rischio idrogeologico sul territorio lombardo.Assessore Viviana Beccalossi

DISSESTO
“Il dissesto – prosegue Viviana Beccalossi- e’ stato causato dallo smottamento del versante in sinistra idrografica del torrente, immediatamente a monte di una briglia selettiva, il cui funzionamento e’ attualmente compromesso dalla abbondante presenza di materiale proveniente dalla frana. La situazione va risolta perche’ potrebbe essere ulteriormente aggravata in caso di piogge abbondanti”.

MITIGAZIONE DEL RISCHIO
La criticita’ principale e’ rappresentata dal fatto che il torrente Opolo attraversa il centro abitato di Marone per un tratto di circa 700 metri prima di sboccare a lago e che il materiale proveniente dal dissesto (localizzato circa 1,4 km a monte) potrebbe causare la compromissione degli attraversamenti e delle opere di difesa presenti lungo l’alveo. Per la mitigazione del rischio e’ previsto un intervento che consiste in:
- disgaggio del materiale instabile sul versante, scoronamento e modellazione;
- stabilizzazione del versante mediante posizionamento di scogliere/gabbionate al piede della frana con utilizzo del materiale lapideo derivante dallo smottamento;
- messa in sicurezza della strada ad uso pubblico che attraversa il torrente subito a valle del dissesto.

DIFESA DEL TERRITORIO
“Si tratta – aggiunge Viviana Beccalossi – di un’opera importante per l’area in questione e per la quali Regione Lombardia dimostra da sempre particolare attenzione. La difesa e la salvaguardia del territorio sono elementi imprescindibili per garantire la sicurezza anche e soprattutto dei cittadini”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136