QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Bolzano: Kompatscher incontra il questore Racca e punta su sicurezza e collaborazione

mercoledì, 4 gennaio 2017

Bolzano – Il presidente della Provincia Arno Kompatscher ha incontrato il nuovo questore Giuseppe Racca. Collaborazione fra Giunta e Polizia per l’ordine e a sicurezza. Primo incontro a Bolzano del presidente Kompatscher con il nuovo questore Racca (nella foto Usp a sinistra)racca-kompatscher

In occasione della sua visita di presentazione a Palazzo Widmann, il nuovo questore di Bolzano Giuseppe Racca ha discusso con il presidente Arno Kompatscher della situazione dell’ordine pubblico in Alto Adige. Il Landeshauptmann ha sottolineato che nel raffronto con altre realtà locali gli standard di sicurezza sono elevati grazie al buon lavoro delle forze dell’ordine ma anche al livello di attenzione e responsabilità della popolazione verso il bene comune. Augurando buon lavoro al nuovo Questore, Kompatscher ha confermato la piena collaborazione della Giunta e dell’Amministrazione provinciale con la Polizia di Stato per migliorare ulteriormente la sicurezza complessiva sul territorio. Kompatscher ha informato Racca anche della situazione al Brennero. Il nuovo Questore di Bolzano ha confermato che una fattiva collaborazione dei cittadini nel rapporto con le forze dell’ordine contribuisce a prevenire o perseguire reati e che ritiene particolamente importante la cooperazione con tutti gli attori sul territorio.

Nato a Formia (Latina), Giuseppe Racca è Dirigente generale della Polizia di Stato. Nella sua carriera ha maturato diverse esperienze nella lotta alla criminalità organizzata con incarichi di primo piano nella Dia (Direzione investigativa antimafia) a Palermo e Napoli e nella Criminalpol di Puglia e Basilicata. Prima di approdare a Bolzano è stato Questore a Lecco, Ravenna, Parma e Catanzaro. A Bolzano Racca succede a Lucio Carluccio, andato in pensione a fine 2016.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136