QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Bolzano, festa dell’autonomia il 5 settembre

sabato, 2 settembre 2017

Bolzano – Il 5 settembre, oltre a Palazzo Widmann, sarà possibile visitare la sede del Parlamento provinciale in piazza Magnago, scoprendo l’iter di una legge e il lavoro amministrativo che la precede.

Un momento dell’ultima edizione della Giornata dell’Autonomia, con le porte aperte in Consiglio provinciale (nella foto l’ultima edizione).

Bolzano autonomia

Anche il Consiglio provinciale, come Palazzo Widmann, sede della Provincia autonoma di Bolzano, aprirà le sue porte alla cittadinanza in occasione della Giornata dell’Autonomia, il prossimo 5 settembre (dalle 10 alle 18): dipendenti dell’istituzione, consigliere e consiglieri mostreranno come si giunge all’approvazione di una legge e quali sono le altre funzioni dell’assemblea elettiva provinciale. “In questo modo”, spiega il presidente Roberto Bizzo invitando cittadine e cittadini ad entrare nel palazzo verde che si affaccia su piazza Magnago, “chi verrà in visita potrà scoprire i compiti del Consiglio provinciale e il lavoro dietro le quinte che precede l’attività in aula”.

La visita partirà nel foyer del palazzo consiliare: un percorso a tappe porterà attraverso le sale di seduta e le sale riunioni, dalle cabine delle interpreti agli uffici di presidente e vicepresidente, dalla tribuna stampa agli uffici dei gruppi consiliari, e poi giù di nuovo, nel piano interrato. Lungo il percorso sarà possibile scoprire come funziona la traduzione simultanea in aula, cosa fanno consiglieri e consigliere quando non c’è seduta, quali sono i passi che deve compiere una legge prima di essere approvata, quali le particolarità architettoniche del palazzo consiliare. Saranno presenti i rappresentanti di tutti i gruppi consiliari. Visitatori e visitatrici potranno anche vincere simpatici premi rispondendo esattamente a un quiz sull’attività consiliare.

Nella sede del Consiglio presenteranno la propria attività anche Garante per l’infanzia, Difesa civica, Consigliera di parità, Comitato provinciale per le Comunicazioni, Organismo di Valutazione e Consiglio dei Comuni, vale a dire le istituzioni indipendenti, al servizio di cittadini e cittadine e dei Municipi, insediate presso l’istituto consiliare.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136